Tecniche complementari

Auricoloterapia 
Secondo la Medicina Cinese Tradizionale il padiglione auricolare è  un’ area di proiezione riflessa, ovvero una parte del corpo periferica collegata con organi interni, sistemi e apparati dell’ organismo umano, costituendo quindi una miniatura di tutto il corpo umano e le sue funzioni. Per questo motivo l’auricoloterapia è indicata nel trattamento di numerose problematiche presentando anche notevoli vantaggi. Tra questi la possibilità di massimizzare il trattamento con Agopuntura, che se associata alla stimolazione dei punti posti sul padiglione auricolare può far ottenere un rapido sollievo soprattutto in caso di sindromi acute e dolorose. Inoltre la tecnica per la sua semplicità e manegevolezza può essere anche utilizzata nei bambini.

 

 

 

Moxa 

Tecnica basata sul riscaldamento di alcuni punti della superficie corporea. Il calore si ottiene dalla combustione di speciali sigari confezionati con l’ artemisia, un’erba considerata terapeutica fin dall’antichità.  Inoltre il calore in quanto energia Yang, scioglie i blocchi e le tensioni ed è di notevole aiuto in tutte quelle sindromi, specialmente croniche, che si riacutizzano in inverno o con climi freddo-umidi, come ad esempio cervicalgia, dorsalgia, lombalgia, gonalgia etc. Costituisce un ottimo ausilio alla terapia con gli aghi.

 

 

 

 

Tecniche Miofasciali
Consistono in manovre manipolative dolci e non traumatiche eseguite prevalentemente sulle grandi articolazioni (colonna vertebrale, spalla, anca) al fine di sviluppare attrito e calore, ripristinando il corretto scorrimento delle fasce muscolari. Questa tecnica si abbina perfettamente con la terapia con agopuntura in quanto permette di liberare il Qi, ovvero l’energia che attraversa tutto il nostro organismo e che a seguito di traumi o problematiche croniche si blocca, rallentando o ostacolando la guarigione.